Camilla Adami

Nata a Milano, Camilla Adami vive e lavora in Francia ed in Italia. Ha conseguito il diploma all’Accademia di Belle Arti di Milano.
Prima mostra alla Galleria del Naviglio di Milano, nel 1983.
Dipinge una serie di grandi formati intitolata Vertigini e Contaminazioni, esposta nel 1992 a Città del Messico e nel 1994 alla Galleria Kiron di Parigi.
Partecipa all’esposizione Nuovo Barocco organizzata a Genova da Omar Calabrese.
Nel 1995 espone presso la Galleria Maya Tsoclis di Atene e lo stesso anno tiene una personale al Museo d’Arte Contemporanea Palacio Almudì di Murcia (Spagna).
Nel 1999 la serie Drag Queens viene esposta a Shangai e alla Galleria Aminta di Siena.
Nello stesso anno partecipa all’esposizione Giardini dell’eros a Barcellona ed alla stessa esposizione nel 2000 a Bergen (Norvegia).
Sempre nel 1999 viene presentata da Paolo Fabbri la mostra personale dal titolo Le Paure presso la Mole Vanvitelliana di Ancona.
Nel 2001 esposizione al Palazzo delle Stelline ed al Centro culturale francese di Milano.
Nel 2004 tiene la mostra L’ange déchu a Villa Tamaris, Museo d’Arte Moderna della città di La Seyne-sur-Mer, Tolone, ed una personale a Palazzo Mazzolari Mosca di Pesaro.
Nel 2006 espone Retroscena alla Salle Olympe de Gouges de Paris.
Nella primavera del 2009 espone con Valerio Adami alla Società Promotrice di Belle Arti di Torino.
Nel settembre 2009, in occasione dell’esposizione Elles al Centre Pompidou, presenta le sue opere dal titolo Rituels Magiques alla Galleria Popy Arvani di Parigi.
Nel 2011 esposizione presso la Médiathèque François Mitterand d’ Argentan, curata da Michel Onfray
Nel 2012, alla Galleria Popy Arvani di Parigi, presentazione dei Portraits, disegnati nel 1983 e rivisitati col titolo Re-Portraits.